Quadro “Agressioni”

La mia libera avventura artistica che esercito in ogni proposta espressiva non parte dall’imagine o dal progetto, ma, attraverso il lavoro stesso il quale, esso stesso mi porta all’immagine o situazione che scopro non subito ma nei giorni successivi.
Una composizione è tanto forte quanto, e se, piena di presunte immagini.
Qui io vedo una figura femminile inclinata verso sinistra aggredita al ventre da due forme mostruali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.